Menu
 

Le proprietà terapeutiche della zeolite attivata, un disintossicante naturale e integratore di qualità, sono molteplici: i tanti benefici per il corpo umano, ne fanno uno dei rimedi naturali più potenti. In questa guida vedremo i tipi di zeolite, le proprietà della zeolite, la lotta alle tossine e metalli pesanti ma anche il corretto uso e dosaggio per evitare effetti collaterali e controindicazioni.

Minerale di origine vulcanica, caratterizzato da una speciale struttura cristallina microporosa capace di intrappolare al suo interno le molecole d’acqua, le proprietà terapeutiche della zeolite per il corpo umano sono molteplici e di grande interesse.

La caratteristica principale della zeolite è proprio alla base del suo nome, che deriva dalle parole greche “zéo” (bollire) e “lithos” (pietra): quando i differenti tipi di zeolite entrano a contatto con l’acqua tendono infatti a intrappolarne le molecole all’interno del loro reticolo cristallino, franandone l’energia cinetica e trasmettendola alla zeolite stessa che sprigiona così calore.

Grazie a queste caratteristiche uniche la zeolite gode di straordinarie proprietà che la rendono uno dei rimedi naturali più efficaci per depurare l’organismo da sostanze tossiche, tossine e metalli pesanti, oltre a rappresentare un valido alleato per gli sportivi e le attività di tutti i giorni.

Zeolite: proprietà terapeutiche e origini dell'integratore naturale

Tecnicamente parlando le zeoliti sono una famiglia di minerali chiamati in gergo tectosilicati, dalla struttura cristallina unica. Scoperte a metà del XVIII secolo in alcune cavità rocciose di origine vulcanica furono chiamate zeoliti proprio perché, se bagnate, queste pietre tendevano a scaldarsi notevolmente.

La zeolite è un integratore minerale dagli ampi benefici

La zeolite è un disintossicante naturale ed integratore dalle mille proprietà terapeutiche

La particolare struttura chimico-fisica (tecnicamente, allumosilicati idratati dei metalli alcalini) forma all’interno delle zeoliti tanti piccoli canali, che si sovrappongono fra loro fino a costruire una complessa struttura cristallina. All’interno si trovano cationi come calcio, sodio, potassio e magnesio, naturalmente combinati con l’acqua: ciò che rende unica la zeolite è la sua capacità di scambiare i cationi con altre sostanze come metalli pesanti, tossine, ioni e sostanze radioattive, finendo per “intrappolarle” all’interno del proprio reticolo.

In natura esistono oltre 100 tipi di zeolite naturali, formati per lo più dall’unione della lava vulcanica con l’acqua salmastra dei fondali oceanici. A seconda delle condizioni fisico-chimiche presenti, la struttura cristallina può essere caratterizzata da una geometria unidimensionale, bidimensionale o tridimensionale, che conferisce differenti proprietà al minerale.

Particolarmente rilevante ai fini dell’utilizzo come disintossicante naturale è la zeolite doppiamente attivata, ottenuta dalla zeolite clinoptilolite sottoposta a un particolare processo fisico-chimico, che permette a questa sostanza di reagire con grande facilità per depurare il corpo da sostanze tossiche, tossine e metalli pesanti, radicali liberi e altro ancora.

La reazione permette alle cariche positive (cationi) presenti nella struttura cristallina della zeolite di legarsi con queste sostanze nocive e intrappolarle all’interno dei suoi reticoli, depurando così il tratto gastrointestinale ed eliminando questi rifiuti attraverso la normale fisiologia dell’intestino.

La zeolite: disintossicante naturale e i suoi benefici per il corpo umano

Le numerose proprietà terapeutiche della zeolite la rendono uno dei rimedi naturali più efficaci per depurare l’organismo, combattere lo stress, migliorare le prestazioni mentali degli studenti e degli anziani e rimuovere le tossine dal corpo, grazie alla capacità della zeolite di fungere da alcalinizzante e antiossidante naturale.

Come integratore, la zeolite (soprattutto la zeolite doppiamente attivata, che fornisce una maggiore superficie di scambio per legare radicali liberi, tossine, metalli nocivi e altre sostanze da eliminare) è impiegata in numerosi campi.

La zeolite doppiamente attivata: un potente integratore naturale per l’attività sportiva

Gli sportivi usano la zeolite per diminuire il senso di stanchezza, grazie alla sua capacità di aumentare la concentrazione e la resistenza fisica agli sforzi prolungati. Le cariche negative (anioni) presenti nella zeolite attivata le consentono di legarsi con le cariche positive (cationi) di sodio, calcio, potassio e magnesio, intercettando i radicali liberi (composti contenenti un atomo con un elettrone non impegnato nella formazione di legami molecolari e, quindi, molto reattivi nel legarsi con altri atomi) e complessi molecolari di varia natura.

I benefici per lo sport della zeolite attivata

La zeolite attivata è perfetta per lo sport. I benefici per il corpo umano sono molteplici e le controindicazioni nulle

Questo processo, inoltre, aumenta la disponibilità dell’ossigeno assimilato durante la respirazione che può così essere impiegato per i processi aerobici e una maggiore produzione di energia, unitamente a un incremento delle prestazioni mentali.

Negli sportivi il processo porta a una diminuzione dell’acido lattico prodotto e in una sua più veloce metabolizzazione. Anche la lucidità dell’atleta viene migliorata grazie all’impiego della zeolite, che lega ed elimina gli ioni di ammonio responsabili dell’affaticamento del sistema nervoso. Utilizzare un integratore a base di zeolite doppiamente attivata e sfruttare le proprietà terapeutiche della zeolite prima e dopo l’attività sportiva comporta quindi una migliore resistenza, una diminuzione dei tempi di recupero, un incremento delle prestazioni e una migliore reattività.

Le proprietà terapeutiche della zeolite: i benefici per la digestione

Il tratto gastrointestinale rappresenta la parte di apparato digerente a maggior produzione di radicali liberi e, come tale, può avere evidenti benefici dallo sfruttamento delle proprietà terapeutiche della zeolite e il suo impiego come integratore.

L’ingestione di tessuti di origine animali come la carne causa un’ossidazione del tessuto muscolare a livello di stomaco, favorito dal suo ambiente acido, favorendo la formazione di quantità significative di radicali liberi.

La zeolite doppiamente attivata di tipo clinoptilolite è particolarmente efficace a livello gastrico nei processi di neutralizzazione dei radicali liberi prodotti dalla digestione delle carni, catalizzando diverse reazioni chimiche e assorbendo rilevanti quantità di metalli pesanti che altrimenti transiterebbero nell’intestino e, di conseguenza, in tutto il corpo.

L’uso e dosaggio della zeolite come integratore per l’intestino deve comunque essere valutato da un medico, al fine di individuare la corretta posologia che potrebbe variare da persona a persona.

Zeolite: le proprietà terapeutiche e i benefici nella cura della pelle

La zeolite può anche essere impiegata per uso topico sulla pelle, con evidenti benefici in caso di acne, irritazioni, prurito, eczemi, dermatiti e altri disturbi della pelle.

I pori della pelle a causa della loro delicatezza sono costantemente esposti all’accumulo di sostanze tossiche e dannose, alla base di dermatiti ed eczemi: le proprietà della zeolite permettono di legare queste sostanze e di pulire naturalmente la pelle, riducendo l’insorgenza di patologie, accelerando i processi di guarigione e rigenerando la pelle.

I benefici per la pelle della Zeolite, integratore naturale dalle molte proprietà terapeutiche

La Zeolite ha ottimi benefici per la pelle: una tra le molte proprietà terapeutiche

Grazie alle sue caratteristiche è uno dei rimedi naturali più apprezzati per la regolazione della traspirazione e l’eliminazione dei cattivi odori, al punto da rappresentare l’ingrediente principali in numerose creme, cosmetici e deodoranti. Con un corretto uso e dosaggio la zeolite fornisce un valido aiuto nella regolazione dell’iperidrosi, l’eccessiva sudorazione di mani, viso, ascelle e piedi.

Per l’utilizzo sulla pelle, piccole quantità di polvere di zeolite attivata possono essere sciolte su un dischetto di cotone imbevuto d’acqua e applicate sulla pelle, tamponando e massaggiando delicatamente.

La zeolite doppiamente attivata come disintossicante nella chemioterapia e radioterapia

Le proprietà terapeutiche della zeolite possono essere impiegate efficacemente anche come coadiuvante durante i processi di chemio e radioterapia.

In oncologia sono documentati svariati utilizzi di tipi di zeolite per ridurre e contrastare gli effetti collaterali della chemioterapia tradizionale, grazie alla sua capacità di contribuire alla ricostruzione della pelle e del tessuto connettivo, all’azione adsorbente e alla capacità di eliminare tossine e metalli pesanti dall’organismo, oltre alla riduzione dell’effetto iatrogeno (tossico) dei farmaci.

Tanti piccoli aiuti che, complessivamente, favoriscono una positiva reazione dell’organismo ai farmaci chemioterapici rendendo ancor più efficaci le terapie.

La zeolite nei processi di eliminazione delle sostanze tossiche, tossine e metalli pesanti

Secondo numerose evidenze scientifiche l’eccesso di radicali liberi può favorire l’insorgenza di svariate patologie, a carico di organi e sistema nervoso. Le proprietà della zeolite le permettono di essere un alleato prezioso nella lotta ai radicali liberi la cui insorgenza, nella vita moderna, è favorita da numerosi fattori: inquinamento dell’aria e dei cibi, stress, fumo, ritmi frenetici, alimentazione squilibrata, malattie croniche.

I radicali liberi, se in concentrazione consistente, colpiscono le strutture cellulari dell’organismo con spiacevoli conseguenze. La zeolite doppiamente attivata, andando a intrappolare ed eliminare i radicali liberi, risulta quindi essere un efficace disintossicante naturale del corpo umano, con benefici evidenti nel medio-lungo termine.

Zeolite: zero effetti collaterali e controindicazioni, ma attenti ad uso e dosaggio

Sebbene non vi siano evidenti controindicazioni o effetti collaterali, prima di utilizzare un qualsiasi integratore, inclusa la zeolite in polvere e la zeolite doppiamente attivata, è sempre bene consultare il parere di un medico o uno specialista.

Questo al fine di essere sicuri di rispettare la corretta posologia necessaria a sfruttare al massimo i benefici della zeolite, attraverso un uso e dosaggio corretto.

La Zeolite non ha controindicazioni, basta che l'uso e il dosaggio siano regolari

Nessuna controindicazione per la Zeolite a patto di un corretto uso e dosaggio

La zeolite è un minerale atossico, che per sua natura non viene assorbito dal tratto gastro-intestinale: per le sue proprietà igroscopiche è opportuno tenere a mente di assumere molta acqua durante il trattamento con zeolite, dal momento che le capacità assorbenti potrebbero generare in alcuni casi stitichezza.

Come disintossicante naturale la zeolite viene venduta in capsule, ma attenzione: oltre a riportare obbligatoriamente il marchio CE sulla confezione deve essere impresso il numero di registrazione del prodotto, al fine di evitare l’acquisto di prodotti contraffatti o di tipi di zeolite dubbia provenienza.