Menu
 

La Zeolite è una specie di spugna che quando transita rimuove le sostanze dannose e tossiche dal tratto gastro-intestinale: metalli pesanti, micotossine, nitrosamine, ammonio, cationi radioattivi, pesticidi, riducendone l’assorbimento da parte dell’organismo. E’ anche un potente antiossidante che cattura i radicali liberi e riduce la formazione di ROS (reactive oxigen species). Rimuovendo tali sostanze nocive dal nostro corpo si realizza un’importante azione di prevenzione e protezione.

Ma…le Zeoliti sono tutte uguali? Assolutamente NO!

DIFFERENZE TRA ZEOLITE E PMA ZEOLITE®

 

 

Immaginate un minerale con la struttura di una spugna, pieno di piccolissimi canali. La micronizzazione che permette di ottenere la PMA Zeolite® si realizza con una tecnologia raffinata, fatta di rotori spinti a velocità supersonica che creano due correnti di aria controrotanti. Questi due flussi spingono ad auto-collidere tra loro le particelle di zeolite (4000 collisioni al secondo e 400° C di temperatura). In queste condizioni la struttura della zeolite si modifica e la superficie si ‘attiva’ aumentando le cariche elettriche. La PMA Zeolite® esce dagli attivatori con un volume molto superiore a quello iniziale, come se fosse lievitata, e successivamente viene lasciata ‘decantare’ perdendo metà di questo volume.  Ebbene, solo la PMA Zeolite® è attivata in questo modo. Le altre zeoliti che trovate sul mercato non sono attivate con questa tecnologia, anche se riportano sull’etichetta “attivata” che è un termine usato indebitamente in quanto appartengono all’azienda proprietaria della PMA Zeolite®.

Chi ha fatto ricerca e ha pubblicato le ricerche sulla zeolite?

Da più di 25 anni le principali pubblicazioni sono da ricondurre ai membri del nostro board scientifico: il Prof. Kresimir Pavelic e al Prof. Karl Hecht, appurando che la PMA Zeolite® ha un effetto specifico diverso da ogni altra zeolite. In Italia opera il Prof. Dr. Maurizio Memo, Professore Ordinario di Farmacologia presso l’Università degli Studi di Brescia, che ha dimostrato che le altre zeoliti micronizzate in commercio non hanno un effetto neuroprotettivo sulle cellule neuronali come si può leggere nella pubblicazione scientifica. Pensando che molti metalli sono neurotossici questa è una differenza da tenere presente.

Anche la Dr.ssa Ilse Triebnig, che ha lavorato come chirurgo oncologo del distretto austriaco della Carinzia, nel suo libro ‘La pietra della Vita’ racconta della sua esperienza con migliaia di pazienti che hanno utilizzato PMA Zeolite® in forma di dispositivo medico ad uso orale.

Il Prof. Kresimir Pavelic ha recentemente costruito un modello del tratto gastro intestinale, studiando il comportamento degli inquinanti, soprattutto metalli e pesticidi. Agire sull’integrità della barriera intestinale è davvero importante perché molti disturbi di salute hanno origine proprio dalla permeabilità intestinale ovvero dalle giunzioni della barriera intestinale che allentandosi lasciano passare scorie, cibo indigerito, tossine che arrivano nel sangue causando infiammazioni, stanchezza, intolleranze alimentari e molto altro. Medici e operatori possono accedere ad un approfondimento cliccando qui.

 

Costi della PMA Zeolite®.

I prodotti a base di PMA Zeolite® costano più di quelli che contengono zeoliti ordinarie ma è chiaro che tali costi sono determinati dai costi di selezione e lavorazione del materiale e dalla ricerca scientifica. Quindi la PMA Zeolite® non costa di più ma semplicemente ha una qualità enormemente superiore, aspetto indispensabile quando si parla di salute.

ZEOLITI PER USO ORALE

Le zeoliti, per essere assunte a livello orale, devono essere classificate come Dispositivi Medici di classe 2a o superiori, cioè avere la sigla CE seguita da un numero (che identifica l’ente autorizzato alla certificazione). Se non c’è un numero dopo la sigla CE si tratta di dispositivi ad uso esterno, che non devono essere ingeriti!  Inoltre, bisogna fare molta attenzione perché le zeoliti possono avere diverse provenienze e avere caratteristiche non adatte alla assunzione orale.

Quindi nei prodotti a base di PMA Zeolite® trovate il marchio CE seguito dal numero 1250 (in precedenza 0197). La nuova principale indicazione in etichetta proviene da un nuovo studio scientifico pubblicato.

Riferimenti scientifici sulla PMA-Zeolite

  1. Lamprecht, et al. (2015) Effects of zeolite supplementation on parameters of intestinal barrier integrity, inflammation, redox biology and performance in aerobically trained subjects. Journal of the International Society of Sports Nutrition 2015, 12:40 doi:10.1186/s12970-015-0101-z.
  2. Panaceo et al. (2014) Exzerpt: Österreichweite Pilotstudie zur natürlichen Senkung erhöhter Leberwerte mit Zeolith.
  3. Pavelić S und Pavelić K (2014 b) Report to Panaceo: Preliminary report on Hepatectomy Study results (unpublished).
  4. Pavelić S et al. (2014 a) Heavy metal removal from solution by different zeolite materials in artificial stomach and gut models (unpublished).
  5. Pavelić S et al. (2014 f) Removal of organochlorine and organophosporus pesticides from solution by different zeolite materials (unpublished).
  6. Pavelić S und Pavelić K (2014 b) Report to Panaceo: Preliminary report on Hepatectomy Study results (unpublished)
  7. Montinaro M et al. (2013) Dietary zeolite supplementation reduces oxidative damage and plaque generation in the brain of an Alzheimer’s disease mouse model. 17-19.
  8. Weber D (2012) Zeolith bei der Therapie von Essstörungen: Einfluss auf den BMI bzw. Blutparameter. Kurheim Paracelsus, Warmbad-Villach.
  9. Bachl, N (2011): Leitung Zentrum für Sportwissenschaft und Universitätssport. Beurteilung der Ergebnisse der randomisierten Doppelblindstudie mit Panaceo Sport.
  10. Flowers J et al. (2009) Clinical evidence supporting the use of an activated clinoptiolite suspension as an agent to increase urinary excretion of toxic heavy metals. Nutrition and Dietary Supplements; I: 11-18.
  11. Hecht K et al. (2008) Naturmineralien Regulation Gesundheit. IFOGÖT-Reihe. Schibri-Verlag Berlin-Milow.
  12. Abuja PM (2006) An investigation of the antioxidant activities of PANACEO. Institut für Biophysik und Röntgenstrukturforschung. TU Graz.
  13. Knapitsch et al. (2004): Sportmedizinische und Sportwissenschaftliche Ordination, Klagenfurt. Die Wirkung von PANACEO SPORT auf die Laktatwerte während der körperlichen Anstrengung beim Menschen mit Hilfe einer randomisierten, placebokontrollierten Doppelblindstudie.
  14. Pavelic K., (2002) “Acute, subchronic and chronic toxycity study of tribomechanically activated micronized mineral zeolite”, Boscovic Institute, Zagreb.
  15. Pavelic K. et Al. (2002), Immunostimulatory effect of natural clinoptilolite as a possible mechanism of its antimetastatic ability, Journal of Cancer, Publisher Springer Berlin Volume 128, Number 1 / January.
  16. Pavelic K. (2001) Natural zeolite clinoptilolite: new adjuvant in anticancer therapy, Journal: Journal of Molecular Medicine Publisher Springer Berlin.
  17. Pavelic K. (1999) Toxicity studies of tibomechanically activated micronized mineral zeolite , School of Medicine, University of Rijeka.