Menu
 

Area terapeutica di adiuvazione: DERMATOLOGIA

La capacità della PMA® Zeolite di rigenerare la funzionalità di vari organi si è dimostrata particolarmente importante anche sulla cute nel trattamento di ferite leggere, piaghe con essudato, arrossamenti, acne e psoriasi con risultati molto interessanti oggetto di numerose ricerche attualmente in corso. La pelle rappresenta una barriera protettiva dell’organismo nei confronti degli agenti atmosferici ed è caratterizzata da una bassissima permeabilità ai composti elettricamente carichi ed all’acqua mentre può essere attaccata da solventi e composti scarsamente carichi e quindi elettricamente neutri (es. solventi organici come la trielina o creme costituite da una base di acidi grassi). Proprio a tossiche presenti nell’organismo come avviene nelle dermatiti generate da allergia da nichel dovute all’ingresso nell’organismo di piccole quantità del metallo rilasciato da monili a contatto con la pelle (es. orecchini e tutti gli oggetti che attraversano lo strato cutaneo nel piercing) che si accumulano in essa dando un eritema dovuto alla tossicità del metallo. Inoltre si possono verificare infezioni virali dell’organismo nelle quali i virus si localizzano a livello del derma in vicinanza delle terminazioni nervose, come nel caso dell’Herpes zoster o fuoco di S. Antonio. Infine, degna di nota è la dimostrazione della correlazione esistente tra le modificazioni della funzionalità intestinale e la presenza di acne, che a causa di queste sue caratteristiche può subire attacchi da batteri che possono entrare nei suoi pori e da molte sostanze presenti nell’atmosfera quali polveri, metalli, sostanze acide, oltre che dalle radiazioni solari che possono dare origine ad eritemi, vere e proprie infiammazioni della pelle, dovute alla reazione dell’organismo che tenta di difendersi dall’acquisizione dell’elevata energia rilasciata dalle radiazioni stesse e che genera la formazione di radicali liberi che possono danneggiare la funzionalità delle cellule del derma. Si possono quindi avere infezioni della pelle come l’acne, gli eczemi e patologie fungine o infiammazioni con eritema. La pelle può rappresentare anche una zona di accumulo di sostanze.

La sinergia terapeutica di DETOZEO®BASIC DETOX (uso orale)e DERMAL DETOX®(uso topico)

DETOZEO® BASIC DETOX capsule per uso orale, effettua una detossificazione profonda, su ogni distretto dell’organismo, rimuovendo tossine, radicali liberi, ioni ammonio e metalli pesanti. La rimozione di tali sostanze riduce il grado di infiammazione generale dell’organismo con una favorevole ricaduta su molte patologie dermatologiche: Eczemi, Allergie al Nichel, Acne Volgare e Rosacea, Ematomi, Piaghe e Ulcere da decubito, Ulcere diabetiche, Ulcere varicose, Micosi, Dermatiti, Erisipela, Psoriasi, Eritema solare, Orticaria, Prurito, Piccole ustioni, Herpes Simplex e Zoster, Fistole, Ragadi, Glossite, Penfigo.

 

DERMAL DETOX®, è una pasta detossinante ad azione antiossidante che,una volta stesa sulla pelle, si attiva intercettando e “catturando” le sostanze responsabili dell’infiammazione e dello stress ossidativo (nella specie - Lipoperossidi, AGE’s e Radicali Liberi ), concausa in molte patologie e nell’invecchiamento cutaneo. L’azione detossinante e antiossidante, realizzata dalla pasta DERMAL DETOX®, stimolando i naturali processi rigenerativi, risulta utile in tutte quelle situazioni in cui sia necessario ridurre i livelli di stress ossidativo cutaneo.

 

In questo modo, attraverso l’uso combinato per via orale e topica rispettivamente del dispositivo DETOZEO® BASIC DETOX e di DERMAL DETOX®, si opera una depurazione e disintossicazione interna ed esterna che elimina, senza controindicazioni, le principali cause di INTOSSICAZIONE, INFIAMMAZIONE E STRESS OSSIDATIVO.

USO DEL PROTOCOLLO COMBINATO

I due prodotti vanno usati in contemporanea per massimizzarne l’effetto terapeutico.

DETOZEO® BASIC DETOX: da 2 capsule 2 volte al dì fino a 3 capsule 3 volte al dì. Meglio se lontano dai pasti.

DERMAL DETOX®: applicare uniformemente sulla parte da trattare e lasciare agire per 30 minuti. Rimuovere con acqua tiepida o con l’ausilio di dischetti di cotone inumiditi. Un rossore più o meno accentuato è fisiologico in quanto testimonia il trasporto verso l’esterno delle sostanze acide presenti nel derma.

Si consiglia di applicarla 1 volta ogni 2/3 giorni circa o comunque quando sia necessario ridurre lo stress ossidativo cutaneo.

LA ZEOLITE CLINOPTILOLITE NELLA TERAPIA DI MALATTIE DERMATOLOGICHE

In letteratura si trovano numerosi testi relativi all’impiego della zeolite clinoptilolite naturale nell’ambito della dermatologia. Di seguito sono riassunti i risultati di alcuni studi.

Dermatiti varie

La terapia con zeolite clinoptilolite applicata su 68 pazienti con dermatiti varie quali psoriasi, eczemi, lupus eritematosus, rosacea, seborrea è stata realizzata per assunzione orale con una dose variabile da 1 a 3 g al giorno a seconda dei casi e per viatopica attraverso l’applicazione sulle zone colpite. L’applicazione esterna è stata effettuata o in forma di polvere da cospargere oattraverso compresse di zeolite clinoptilolite sciolte in acqua. In alcuni casi si è spalmato uno strato sottile di vaselina o pomata grassa sulla pelle e successivamente si è applicata la zeolite clinoptilolite. Secondo la gravità della malattia, per raggiungere un effetto terapeutico, sono stati necessari 2-3 cicli di trattamento di 10 giorni ciascuno con intervalli di 7-10 gg. L’effetto terapeuticodella zeolite clinoptilolite naturale si è rivelato diverso nelle singole affezioni. Le prime manifestazioni dell’efficacia della terapia sono state la scomparsa del prurito, dell’ipotermia della pelle e dei gonfiori edematosi. Effetti di cura più rapidi si sono registrati nella dermatite allergica; il trattamento dei pazienti con psoriasi ha invece richiesto più tempo. Raramente sono stati registrati insuccessi.

Acne cronica, parzialmente resistente alle terapie

E’ stato analizzato un campione di 182 pazienti di sesso femminile di età variabile tra i 25 e 60 anni che presentavano acne cronica parzialmente resistente alle terapie a cui è stata somministrata zeolite clinoptilolite per assunzione orale e topica. La doseorale era variabile da 3 a 5 g al giorno a seconda dei casi, in cicli di 10 giorni ciascuno con intervalli di una settimana. 56 pazientisono stati trattati solo con zeolite clinoptilolite, 76 pazienti con zeolite clinoptilolite e terapia classica, 46 pazienti solo con terapiaclassica. I migliori risultati sono stati raggiunti con la sola zeolite clinoptilolite, seguono poi la terapia combinata e la terapia classica. In particolare, i pazienti a cui era stata somministrata la zeolite clinoptilolite sono guariti circa 8-10 giorni prima dei pazienti trattati con la terapia classica.

 

Malattie della pelle e del sistema digestivo

Lo studio su due gruppi composti da 19 pazienti di età variabile dai 14 ai 23 anni che presentavano simultaneamente acne vulgaris cronica e affezioni del tratto digestivo, ha posto le basi per individuare una stretta connessione fra malattie dermatologiche come l’acne e malattie del sistema gastrointestinale (infiammazioni dello stomaco e dell’intestino). Dopo tre settimane di terapia tradizionale dell’acne risultata inutile, un gruppo di pazienti è stato sottoposto alla terapia con zeolite clinoptilolite per via orale per tre settimane somministrando 5 g 3 volte al giorno. Ad un gruppo di controllo è stata somministrata ancora la terapia tradizionale. Sul primo gruppo, per 11 pazienti si è registrata una guarigione clinica della malattia, per 6 pazienti è stato raggiunto un notevole miglioramento della malattia, per 2 pazienti si è ottenuta solo una scarsa riduzione delle lesioni della pelle. Il trattamento tradizionale eseguito senza zeolite clinoptilolite ha mostrato invece i seguenti risultati: su 4 pazienti si è registrata una guarigione clinica, su 5 pazienti si è ottenuto un significativo miglioramento e su 10 pazienti nessun significativo miglioramento. La zeolite è stata ben tollerata dal paziente e non ci sono stati effetti collaterali. Gli autori sono dell’opinione che i favorevoli risultati della terapia sul primo gruppo di pazienti con acne sono dovuti al risanamento del tratto digestivo ammalato ottenuto grazie alla zeolite clinoptilolite suggerendo che esistono delle connessioni tra l’acne e malattie del tratto digestivo.

Terapia di ustioni di grave entità

E’ stato analizzato un campione di 48 pazienti maschi con un’età media di 46 anni che presentavano ustioni del III-IV grado con una superficie ustionata in media del 18,5% della superficie del corpo. A 26 di essi sono stati somministrati 3 misurini di zeolite clinoptilolite in polvere al giorno. Su 12 pazienti invece, è stato eseguito soltanto il trattamento complesso. Il gruppo trattato con zeolite ha mostrato una guarigione più veloce. Al 25° giorno del trattamento con zeolite clinoptilolite, i valori ematici e quelli elettrolitici si erano ripristinati più velocemente rispetto al gruppo non trattato.

Effetti della PMA® Zeolite con attivazione tribomeccanica nella psoriasi

Il prof. Schulz e il dr. Ivkovič hanno sottoposto in uno studio dermatologico tedesco 20 pazienti affetti da psoriasi vulgaris, di età variabile dai 25 ai 77 anni, ad un trattamento della durata di 12 settimane con capsule di zeolite da 500 mg 3 volte al giorno. [Schulz et al. 2005b]. Documentazioni fotografiche e descrizioni effettuate del dermatologo hanno permesso di monitorare nel tempo i risultati ottenuti: su 20 pazienti, 19 hanno potuto riscontrare notevoli miglioramenti clinici. Gli autori, al termine dello studio hanno concluso che la terapia della psoriasi vulgaris, attraverso l’applicazione della zeolite clinoptilolite con attivazione tribomeccanica, ha rivelato nuovi percorsi grazie ai sorprendenti risultati di cura.

 

Eczemi, Neurodermite, Psoriasi

Urbanski et. al. [1999] hanno trattato con zeolite clinoptilolite 33 pazienti di età variabile dai 24 ai 26 anni, di cui 22 femmine e 11 maschi affetti dalle seguenti malattie dermatologiche croniche e insorte negli stessi dall’età di 18 anni. 

Eczemi: 16 pazienti - Neurodermite: 5 pazienti - Psoriasi: 12 pazienti 

I pazienti, precedentemente trattati con terapie tradizionali, non avevano ottenuto alcun miglioramento. La zeolite clinoptilolite è stata somministrata soltanto per assunzione orale nella maniera seguente:

- un ciclo di terapia della durata di 10 giorni con 5 g di zeolite 2 volte al giorno

- dopo un intervallo di 10 giorni, altri 2 cicli di terapia, con 5 g di zeolite 1 volta al giorno, con un intervallo di altri 10 giorni fra un ciclo e l’altro 

Si è potuta registrare una completa guarigione clinica per 14 pazienti ed un importante miglioramento per 16 pazienti; miglioramenti meno apprezzabili per 3 pazienti; effetto mancante 0 pazienti.