Menu
 

Invecchiamento da raggi UV

Ottobre 2012. Il Cancer Research UK, in collaborazione con il governo scozzese, ha indetto una campagna per sensibilizzare le persone sui rischi derivanti dall’uso di lettini e lampade solari. In scozia le persone potranno sottoporsi gratuitamente ad uno specifico scanner a raggi ultravioletti che mostra in diretta i danni prodotti alla pelle dai raggi UV. Indipendentemente dal fatto che si tratti di raggi UV naturali o artificiali, il rischio di ammalarsi di melanoma resta comunque altissimo. Negli ultimi trent’anni in Scozia i casi di melanoma maligno siano più che triplicati nella fascia d’età 15-34 anni, mentre un precedente studio della Mayo Clinic di Rochester, negli Stati Uniti, aveva evidenziato come, fra il 1970 e il 2009, l’incidenza di tale patologia fosse aumentata di otto volte nelle donne fra i 20 e i 40 anni e di quattro volte fra gli uomini. Vicky Crichton della divisione scozzese del Cancer Research UK vorrebbe che le persone potessero rendersi conto dei danni che stanno facendo alla loro pelle che, con l’uso continuo di lettini e docce solari, diventa ruvida e rugosa». Infatti i raggi UV innescano una produzione eccessiva di radicali liberi, le molecole responsabili dell'invecchiamento cellulare.

Inoltre, alcune creme solari protettive sono potenti generatori di radicali liberi perché contengono come filtri UVA e UVB dal 2 al 5% di sostanze chimiche tra le quali citiamo il Benzophenone, una delle più potenti fonti di radicali liberi conosciute. Esso è utilizzato nei processi industriali proprio come generatore di radicali liberi per attivare reazioni chimiche. Il Benzophenone, è attivato dalla luce ultravioletta che rompe il suo doppio legame per produrre due radicali liberi che reagiscono con altre molecole e producono numerosi gravi danni. La pasta DERMAL-DETOX si configura come un potente riduttore di radicali liberi, lipoperossidi e AGE, intervenendo con un’azione di tipo fisico che “estrae” dalla pelle questi pericolosi metaboliti.

In definitiva è sempre auspicabile l’utilizzo di creme protettive di alta qualità ma per ridurre l’invecchiamento cutaneo indotto dai radicalil liberi è consigliabile utilizzare la pasta DERMAL-DETOX una volta la settimana o una volta ogni 10 giorni.

Tutti ormai conosciamo i pericoli derivanti dall'eccessiva esposizione ai raggi UVA prodotti dal sole o dai lettini solari. Ma quando si osserva la foto del volto devastato di un camionista americano di 69 anni, speriamo di aver fatto tutto il possibile per proteggere la nostra pelle mentre la esponevamo al sole. Per 28 anni i raggi del sole hanno colpito il suo viso attraverso il vetro del finestrino, trasformando la parte sinistra in un reticolo di rughe, una maschera che sembra fatta di cartone. La foto, pubblicata dal prestigioso New England Journal of Medicine dimostra in maniera drammatica il danno prodotto dalla radiazione solare.

Utilizzare la pasta DERMAL-DETOX una volta alla settimana o una volta ogni 10 giorni, quando ci si espone frequentemente al sole, previene l'invecchiamento cutaneo grazie alla rimozione dei radicali liberi che si generano spontaneamente quando i raggi UVA colpiscono la nostra pelle.